NEWS

23.07.2016

LA RAGANELLA CANTA TRA BURAGO ED AGRATE

foto di Davide Borin

Inedite segnalazioni del piccolo anfibio nelle aree degli interventi del Progetto Biodiversità.

Per valutare la bontà di un progetto di riqualificazione ambientale è necessario monitorare l'evoluzione negli anni dell'area su cui si è intervenuti e delle comunità in essa presenti. E' per questo che gli stagni realizzati per il progetto "Recupero e riqualificazione di habitat planiziali nel Parco del Molgora" vengono regolarmente visitati da esperti entomologi, botanici ed erpetologi.

 

Pozza artificale a Burago di Molgora, foto di Paolo Rovelli 

 

Proprio dallo studio dell'erpetofauna (anfibi e rettili) è emersa la presenza di raganella (Hyla intermedia) nelle pozze artificiali realizzate a Burago di Molgora e all'Oasi Gaetano Nava di Agrate. Sono state identificate le uova di questa specie che ha approfittato degli stagnetti come siti di riproduzione. La raganella è un anfibio simile alla rana ma di dimensioni ridotte, variabili tra i 4 ed i 5 cm. Durante la fase adulta vive principalmente su alberi ed arbusti, o tra le erbe dei prati umidi, per poi raggiungere pozze e stagni per l'accoppiamento: i maschi si riuniscono durante il periodo riproduttivo entrando in competizione ed emettendo canti udibili anche a grande distanza. Si nutre di insetti.

 

 

Raganella (Hyla intermedia), foto © pavar - Fotolia.com 

 

La presenza della raganella, specie finora mai segnalata nella porzione centro meridionale del Parco Molgora, testimonia l'efficacia degli interventi effettuati a sostegno dell'aumento della biodiversità locale.

COMUNI

  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
con il contributo di