NEWS

01.03.2017

OSSERVAZIONI AL PROGRAMMA TUTELA E USO DELLE ACQUE

L'impegno del Parco del Molgora nella programmazione regionale su tutela e uso delle acque.

Il Parco del Molgora, sembrerà strano, ma non ha una competenza diretta sulle acque del torrente da cui prende il nome, né su quelle del suo principale affluente (Molgoretta) che nel suo tratto terminale attraversa il Parco.


Cionostante, forse proprio in ragione del suo nome, annovera i tra i propri fini statutari la promozione della tutela e del miglioramento dello stato dei corsi d'acqua che l'attraversano.


E' per questo che negli anni passati il Parco ha guardato con trepidante attesa al divenire degli auspicati collettamenti fognari ai vari depuratori ed ha avuto in ciò funzione di stimolo per gli enti gestori degli impianti di depurazione (anche fuori Parco, in provincia di Lecco, Monza e Milano) che interessano Molgora e Molgoretta, cui va il grosso merito di aver riportato i corsi d'acqua ad una condizione tale da consentire la vita per i pesci.


Ricordiamo che meno di dieci anni fa i nostri corsi d'acqua erano poco di meno che una fogna a cielo aperto, con reflui fognari di alcuni paesi che venivano scaricati nei torrenti senza alcuna depurazione; o qualche decennio prima da padrona (in negativo) la facevano ancor più gli scarichi industriali (qualcuno ricorda il Molgora di colori diversi a giorni alterni in base a scarichi che provenivano da industrie tessili).


E' proprio per questo motivo, avendo ormai sotto gli occhi di tutti i miglioramenti fatti, che ancor più è importante fare meglio e vigilare per non tornare indietro; ogni imprevisto nei depuratori ha infatti oggi conseguenze ancor più visibili nella qualità delle acque e per le forme di vita che sono tornate a popolarlo.


Non a caso lo scorso anno il Parco ha organizzato un tavolo tecnico in cui ha invitato molteplici soggetti (rappresentanti di Regione Lombardia, Province interessate, Arpa, Ats, Ato ed enti gestori di impianti di depurazione lungo Molgora e Molgoretta, oltre ai Comuni consorziati al Parco) per affrontare tali questioni.


Purtroppo, gli auspici preventivi lanciati dal Parco non hanno avuto l'esito sperato, ed episodi simili si sono ripetuti esattamente un anno dopo nel corso delle festività natalizie e per tutto il mese di gennaio appena trascorso.

 

La confluenza delle acque del depuratore di Vimercate (in alto) con il torrente Molgora (in basso). Foto by Paolo Rovelli 26 dicembre 2016

La confluenza delle acque del depuratore di Vimercate (in alto) con il torrente Molgora (in basso)

circa 30 m a valle dell'uscita dal depuratore. Foto by Paolo Rovelli 26 dicembre 2016


Anche per tale motivo il Parco ha deciso di presentare le proprie osservazioni (scaricabili in calce) al processo di VAS del Programma di Tutela Regionale della Acque 2016, lo strumento che a scale regionale detta le direttive e organizza le misure per migliorare la qualità delle acque, nella totalità delle tante componenti  coinvolte nel loro completo ciclo vitale.


Ricordiamo che le direttive europee prevedevano il raggiungimento di stato ecologico buono entro il 2015 per Molgora e Molgoretta, mentre ad oggi ancora non lo sono (solo in parte del Molgoretta lo stato ecologico è considerato sufficiente, per il resto è scarso); visto la particolare pressione antropica che insiste sui nostri corsi d'acqua è stata concessa una proroga e tali obiettivi sono stati spostati al 2021 (per i tratti a stato ecologico sufficiente) o al 2027 (per quelli in cui è attualmente scarso) in base a quanto stabilito nel Piano di Gestione del Distretto Idrografico del fiume Po 2015.


Ora non ci sono più scusanti e se non raggiungeremo gli obiettivi europei, saranno problemi anche per le nostre tasche, come purtroppo già capitato più volte in campo ambientale: proprio qui, purtroppo, l'Italia ha il suo primato per quanto riguarda le procedure di infrazione europee.


Quindi...... rimbocchiamoci le maniche: da lavorare ce n'è per tutti. Il Parco continuaerà il suo impegno di presidio, stimolo e collaborazione, che auspica di attuare in maniera ancor più compiuta quando diverrà parte del più grande Parco Agricolo Nord Est.

 

SCARICA LE OSSERVAZIONI DEL PARCO DEL MOLGORA AL PTUA 2016

COMUNI

  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
  • stemma comune
con il contributo di